23 settembre 2010 / 15:55 / 7 anni fa

PUNTO 1-Intesa SP, bond Tier 1 sarà da 1 mld, rendimento 9,5%

(Aggiunge banckground)

MILANO, 23 settembre (Reuters) - Intesa Sanpaolo (ISP.MI) ha raccolto ordini per circa 2,5 miliardi di euro, per il suo bond perpetuo Tier 1 e ha deciso per una size da 1 miliardo di euro e un rendimento del 9,5%.

Lo dicono a Reuters fonti vicine all'operazione, la prima di questo tipo con caratteristiche che tengono conti delle nuove norme di Basilea III.

"Il bond verrà prezzato più tardi. È stato un deal cotto e mangiato, con ordini sui 2,5 miliardi. Ma la size finale sarà di un miliardo, giusto l'ammontare necessario per sostituire quello analogo in essere" dice una delle fonti. Il bond avrà un rendimento del 9,5%.

A guida dell'operazione sono Banca IMI, BofA ML, Morgan Stanley, HSBC e SG.

Il bond presenta una struttura con una call dopo i primi cinque anni, nel giugno 2016, ma senza la clausola step up che un tempo incentivava l'esercizio della call.

Le cedole saranno a tasso fisso lungo tutta la vita del bond ma ad ogni data/call verranno riviste in relazione al mercato, sempre misurandole con uno spread sul tasso del midswap.

C'è però anche una clausola secondo cui, se la normativa circa le emissioni dei bond perpetui non verrà adeguata dopo le ultime indicazioni di Basilea III come da programma entro il 31 ottobre con la revisione dell'attuale CRD2, in quel caso la prima call verrà spostata al giugno 2021.

Intesa Sanpaolo ha un bond sul mercato del tipo Tier 1 da un miliardo di euro emesso nel 2000 con cedola 8,126% <ISIN: XS0120282610>. Il prossimo 10 novembre cade la data per l'esercizio di una call e quindi la banca si trovava nella condizione o di non esercitare la call oppure di emettere un nuovo bond Tier 1 perpetuo [ID: nLD687161].

Ma certo, non con le stesse caratteristiche di quello in essere. Lo scorso 12 settembre infatti il documento noto come Basilea III ha indicato che solo i bond emessi fino a quella data possono essere utilizzati per regolare i ratio patrimoniali e comunque solo fino al 2013.

I bond emessi dopo quella data devono invece assumere una struttura più vicina ai titoli azionari, e una delle prime condizioni è l'assenza della clausola step up [ID: nLDE68C15S].

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below