A2A, su riassetto Edison diverse soluzioni, ora aprire negoziato

mercoledì 22 settembre 2010 15:43
 

BRESCIA, 22 settembre (Reuters) - Il riassetto di Edison EDN.MI è legato a quello di Edipower, l'ex genco dell'Enel (ENEI.MI: Quotazione), controllata dalla stessa Edison e da A2A (A2.MI: Quotazione).

E' quanto prevede il piano di Intesa SP (ISP.MI: Quotazione) sul futuro della partecipazione della superutility lombarda in Foro Buonaparte, presentato oggi al consiglio di sorveglianza a Brescia. Il piano sul posizionamento strategico di A2A prevede numerose soluzioni, ne esclude a priori alcune perché impatterebbero troppo sull'elevato indebitamento del gruppo e presuppone che Edf (EDF.PA: Quotazione) avvii il negoziato con i soci lombardi, che non è ancora avvenuto.

"Ci sono una molteplicità di soluzioni, con un dato certo" ha detto una fonte vicina al dossier al termine del lungo CdS iniziato nella tarda mattina "il non aumento del debito e il rispetto della missione aziendale. Ovvero quello di essere un azienda locale che produce energia da fonti rinnovabili e focalizzata sull'idroelettrico e sul waste to energy".

"Sono comunque da escludere sia l'acquisto totale di Edison da parte di A2A, sia la vendita secca delle azioni in cambio di contanti perché causerebbe probabilmente una minusvalenza", aggiunge la fonte.

La soluzione del nodo Edison passerà comunque anche attraverso Edipower, controllata al 50% da Foro Buonaparte e al 20% da A2A, conclude la fonte.