Fiat, debito netto 2,5 mld sia Spa che Industrial post scissione

giovedì 16 settembre 2010 12:30
 

TORINO, 16 settembre (Reuters) - Il debito netto industriale post scissione sarà 2,5 miliardi circa sia per Fiat Industrial che per Fiat spa. Lo ha detto l'AD Sergio Marchionne ai soci, confermando la promessa che il demerger dell'auto avrebbe portato a una equa spartizione dell'indebitamento tra le due nuove entità del gruppo torinese.

In Fiat Industrial, ha proseguito, si concentrerà una liquidità di 3 miliardi circa con bond per circa 2 miliardi, mentre in capo a Fiat spa si troveranno 10 miliardi di liquidita' e 9 miliardi di bond.

Eventuali residui rapporti di finanziamento tra i due gruppi post scissione, ha spiegato ancora il manager, verranno ripagati nel 2011. I bond Fiat rimarranno in capo a societa' emittenti che non rientrano nel piano di scissione.

Nel dopo scissione Fiat il debito netto dei servizi finanziari si attesterà a 1,5 miliardi, con 2 miliardi in crediti per attività di finanziamento.

Quanto a Fiat Industrial, sempre nei calcoli resi noti da Marchionne, il debito netto per servizi finanziari sarà 10 miliardi, con crediti per attivita' di finanziamento a 10,5 miliardi.

Marchionne ha ribadito di vedere la scissione completata entro fine anno, con stipula dell'atto di scissione a meta' dicembre.

Tempi brevi sono confermati per l'arrivo in borsa di Fiat Industrial: l'ammissione alla quotazione sarà chiesta entro settembre con inizio negoziazioni atteso il 3 gennaio 2011.