Cina, aumentano rischi crescita prestiti banche a enti governo

lunedì 13 settembre 2010 12:04
 

TIANJIN, 13 settembre (Reuters) - I rischi di un'espansione rapidi di prestiti bancari agli enti governativi cinesi stanno aumentando.

Lo ha dichiarato il premier della Cina, Wen Jiabao, nel corso del World Economic Forum.

Per aggirare il divieto di prestiti diretti agli enti governativi, le banche hanno prestato 7.660 miliardi di yuan a migliaia di veicoli finanziari, messi in piedi dagli enti stessi.

Il denaro viene usato principalmente per investimenti in infrastrutture. Tuttavia, secondo l'associazione bancaria cinese, soltanto il 27% è garantito con asset solidi.

Nel corso del suo intervento Wen ha rimarcato che la Cina è in una buona situazione per ciò che riguarda l'ammontare complessivo dei crediti 'non performing'.