Btp chiude in calo ma spread resta invariato su correzione Bund

venerdì 10 settembre 2010 17:25
 

 MILANO, 10 settembre (Reuters) - I Btp si confermano deboli
in chiusura di seduta, in linea con una giornata di correzione
anche per il Bund tedesco, che a conti fatti lascia lo spread
vicino ai livelli di ieri.
 Nonostante il buon esito delle aste odierne di Bot, il
debito italiano risulta appesantito da un contesto generale di
offerta abbondante, pur in presenza di un miglioramento
dell'umore generale di mercato riguardo le prospettive
dell'economia.
 "Con volumi sottili, il Btp ha finito per seguire il Bund,
pur in una seduta tranquilla" spiega un trader. "Comunque il
debito italiano era quello che aveva perso meno nei giorni
scorsi tra i periferici e oggi rimane più o meno invariato sul
Bund".
 Indicazioni positive erano già giunte ieri dagli Usa dal
mercato del lavoro e dalla bilancia commerciale: dati che anche
oggi hanno contribuito ad alleggerire i timori relativi ad una
brusca frenata dell'economia americana.
 "L'elemento pricipale è la correzione del Bund, che ci sta
dopo tanto rialzo. L'asta portoghese di questa settimana e il
parziale rientro delle tensioni sull'Irlanda hanno sicuramente
giovato".
 Già in flessione da stamattina, i futures sui Bund tedeschi
si spingono sui minimi di seduta nel pomeriggio, a seguito anche
dell'apertura di segno positivo di Wall Street.
 "Ieri gli spread periferici si sono ristretti, mentre oggi è
una giornata sostanzialmente neutrale, probabilmente le cose
torneranno a muoversi lunedì" spiega lo strategist di Ing
Padhraic Garvey.
 A fine seduta il differenziale di rendimento tra Btp e Bund
sulla sdanza decennale IT10YT=RR DE10YT=RR tratta in area
140-141 punti base su schermi Reuters, dai 142 di ieri. In
mattinata si era spinto fino ad un massimo di 146 pb.
 "La cruva Btp segue il movimento di steepenig del Bund; dopo
la buona tenuta del lungo nei giorni scorsi oggi è il breve a
fare meglio" commenta il trader.
 Stamane il Pil italiano è stato rivisto al rialzo
nell'ambito della lettura finale del dato del secondo trimestre:
a +0,5% da +0,4% su trimestre e a +1,3% da +1,1% su anno. Dati
inferiori alle attese sono invece giunti dalla produzione
industriale.
 
 ASTE ITALIA, PESA L'OFFERTA
 Il Tesoro italiano ha collocato stamane Bot per 10 miliardi
e mezzo di euro in due aste definite "molto buone" da un trader.
 L'asta del 3 mesi ha visto l'assegnazione di titoli per 2,5
miliardi di euro, con rapporto domanda-offerta di 2,628 e
rendimento in discesa allo 0,683%. Sul 12 mesi la cifra
collocata è stata di 7 miliardi, con bid to cover a 1,898 e
rendimento in aumento all'1,428%.
 "Il risultato è stato soddisfacente" ribadisce un operatore.
 Ma il programma di emissioni riprende già lunedì prossimo
con le aste di Btp a 5 e 30 anni, rispettivamente per 2,5-3,5
miliardi di euro e per 1,5-2 miliardi. 
 "Di base non c'è problema per il debito italiano" avverte
l'operatore. "L'unico rischio è che la giornata d'asta si
combini con l'incertezza politica, qualche notizia in chiave
caduta del governo, allora potrebbe effettivamente scattare un
po' di speculazione negativa".
 Sull'intera settimana prossima il controvalore delle aste
nell'area euro si aggira sui 29 miliardi di euro, anche se
l'abbondante offerta sarà controbilianciata da rientri di
capitali a scadenza e cedole per una quarantina di miliardi.
 In particolare il Tesoro dovrà fare i conti anche con le
emissioni spagnole a 10 e 30 anni che andranno a fare
concorrenza alla carta italiana in sede d'offerta, nel segmento
periferico.
 "Ci sarà un'offerta abbondante e piuttosto varia. Certo,
l'andamento dei periferici dipende sempre molto strettamente
dall'accoglienza delle aste" prosegue l'operatore. "Visti i
collocamenti recenti credo che la situazione sia sostanzialmente
tranquilla anche se rimane un minimo di incertezza sulla
Grecia".
 Atene torna sul mercato martedì con l'asta di titoli a breve
fino a 900 milioni di euro.
 
========================= 17,10 ===============================
                                PREZZI   VAR.    RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLZO      130,14  (-0,64)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      116,77  (-0,50) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=RR*   101,28  (+0,18)      1,777% 
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT   101,90  (-0,41)      3,805% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   104,56  (-0,74)      4,769% 
 
* Da schermi Reuters in assenza scambi su Mts
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        43                 42
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       105                108
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       141                142
-livelli minimo/massimo           139,4-145,7       141,0-150,4
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      144                145
-livelli minimo/massimo           143,1-148,8       145,6-154,3
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       181                182
BTP 2/10 ANNI                          --                198,4 
BTP 10/30 ANNI                        96,4                96,8 
===============================================================