Crisi, Confeserecenti chiede nuova manovra per rilancio in 2011

venerdì 10 settembre 2010 12:37
 

SAN MARTINO IN CAMPO, Perugia, 10 settembre (Reuters) - La Confeserecenti chiede al governo, diversamente da quanto annunciato dal ministro Giulio Tremonti, di fare una nuova manovra sui conti pubblici per reperire risorse che possano favorire la ripresa nel 2011.

Lo ha detto il presidente dei piccoli imprenditori Marco Venturi nel corso della conferenza stampa di apertura del Meeting annuale della'associazione.

"Tremonti dice che non ci saranno ulteriori manovre e infatti le nostre stime prevedono che nel 2011 la crescita sarà appena dello 0,9%, inferiore persino all'1% previsto per il 2010. Se va bene così...", ha risposto Venturi alla domanda se a suoi parere è necessaria una nuova manovra correttiva.

La nuova manovra non deve agire "ovviamente sul fronte fiscale, sul quale anzi bisogna trovare risorse per abbassare la pressione, ma su quello delle spese per trovare risorse per lo sviluppo".

Tremonti ha ripetuto anche martedì scorso all'Ecofin di non vedere la necessità di una nuova manovra correttiva.