Tema sostenibilità debito incombe in molti paesi - Bini Smaghi

venerdì 10 settembre 2010 12:37
 

FRANCOFORTE, 10 settembre (Reuters) - Sebbene i deficit dovrebbero iniziare a ridursi gradualmente il prossimo anno, alcune delle principali economie si trovano ad affrontare serie questioni di debito, con gli Stati Uniti per esempio che guardano a un rapporto debito/Pil del 110% nel 2015.

Lo ha sottolineato il membro del consiglio esecutivo della Bce Lorenzo Bini Smaghi in un discorso preparato per una conferenza.

"La questione della sostenibilità del debito in vari paesi industriali incombe", ha detto. "A causa del ruolo delle economie avanzate di prestatore di ultima istanza nei confronti dei loro stessi sistemi finanziari, come è stato confermato dalla crisi, un problema di debito a livello di stato danneggerebbe l'intera economia", ha aggiunto.

Bini Smaghi ha anche affrontato il tema della Grecia, per cui si prospetterebbe un default sul debito se il paese dovesse abbandonare l'euro, idea che tuttavia appare "assurda".

"Se la Grecia dovesse uscire dall'euro, un'ipotesi... che io considero assurda, il suo carico debitorio di fatto peggiorerebbe dato che è denominato in euro, e un default parziale o una ristrutturazione in quel caso non sarebbero evitabili", ha dichiarato.

"Quello che molti analisti - o piuttosto direi cassandre - non hanno capito è che il problema del debito è il maggior incentivo perché la Grecia resti nell'area euro".