Btp in lieve calo in mattinata, buona risposta ad aste Bot

venerdì 10 settembre 2010 13:06
 

 MILANO, 10 settembre (Reuters) - Btp deboli, con spread in
lieve allargamento, nella mattinata che ha visto il collocamento
da parte del Tesoro italiano di Bot per 10 miliardi e mezzo di
euro.
 L'asta del 3 mesi ha visto l'assegnazione di titoli per 2,5
miliardi di euro, con rapporto domanda-offerta di 2,628 e
rendimento in discesa allo 0,683%. Sul 12 mesi la cifra
collocata è stata di 7 miliardi, con bid to cover a 1,898 e
rendimento in aumento all'1,428%.
 "Le aste sono andate molto bene" commenta un trader.
"Partivamo da livelli bassi e questo ha aiutato, ma la domanda è
stata sostenuta e di qualità, come hanno mostrato i tassi prima
e dopo il collocamento; chi ha voluto i titoli ha dovuto
pagarli".
 Secondo il gestore di una sgr italiana il rendimento si è
confermato su livelli "appetibili", con una "buona richiesta".
 "Certo, l'Italia è costretta ad essere sempre molto attiva
sul fornte del debito, e in giornate d'asta come queste il
fattore offerta pesa un po'" sottolinea il gestore.
 "I movimenti di curva sul medio-lungo sono stati
obiettivamente contenuti stamane, l'attenzione è andata sul
brevissimo" aggiunge il trader. "C'è però da segnalare che il
nuovo Btp decennale, il marzo 2021, quota sempre molto stretto,
segno che i volumi sono interessanti quindi già con una buona
liquidità".
 Stamane il Pil italiano è stato rivisto al rialzo
nell'ambito della lettura finale del dato del secondo trimestre:
a +0,5% da +0,4% su trimestre e a +1,3% da +1,1% su anno.
 "Indubbiamente il mercato è più rilassato, sembra che
l'avversione al rischio dei giorni scorsi sia un po' finita, E
questo senz'altro sostiene la carta periferica" afferma il
gestore.
 
 PERIFERIA TRA OFFERTA E AVVERSIONE AL RISCHIO
 La questione dell'offerta resta comunque centrale sul
mercato: solo la prossima settimana la carta in scadenza
nell'are aperiferica ammonta a 27 miliardi di euro. Una cifra
che andrà a pesare sul debito periferico, nonostante un clima
che sembra in parte rasserenato nelle ultime ore.
 "Gli spread della zona euro sono tutt'altro che stabili e
molto soggetti alle conseguenze dei flussi in offerta" spiega lo
strategist di Commerzbank David Schnautz.
 "Il mercato continua ad essere guidato dalla speculazione
sull'economia Usa, e l'umore cambia da un giorno all'altro.
Sembra che non ci sia un'idea dominante su come le cose
potrebbero evolversi, si passa velocemente dall'avversione al
rischio a un maggiore appetito" 
 I dati americani di ieri da mercato del lavoro e bilancia
commerciale hanno contribuito ad alleviare i timori di una
brusca frenata dell'economia Usa, imponendo questa mattina una
certa debolezza sul Bund tedesco.
 "Per i Bund la parola è correzione, non credo sia ancora
finita, e la direzione generale dei rendimenti è in risalita"
concluide Harvinder Sian di Rbs.
 
========================= 12,40 ===============================
                                PREZZI   VAR.    RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLZO      130,72  (-0,02)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      117,07  (-0,20) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=RR*   101,28  (+0,18)      1,776% 
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT   102,14  (-0,17)      3,775% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   104,75  (-0,55)      4,757% 
 
* Da schermi Reuters in assenza scambi su Mts
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        43                 42
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       107                108
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       145                142
-livelli minimo/massimo           139,5-145,2       141,0-150,4
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      148                145
-livelli minimo/massimo           143,6-148,8       145,6-154,3
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       184                182
BTP 2/10 ANNI                          --                198,4 
BTP 10/30 ANNI                        98,2                96,8 
===============================================================