MONETARIO 1 - Cosa succede oggi lunedì 13 settembre

lunedì 13 settembre 2010 08:04
 

(Aggiunge commenti Trichet a Basilea III)

* Al termine della riunione di Basilea, i governatori G10 e responsabili supervisione hanno raggiunto un accordo sulle nuove regole, conosciute come Basilea III, a cui le banche devono attenersi riguardo il loro capitale per far fronte a eventuali crisi. In particolare ogni banca dovrà detenere, a regime, un capitale pari al 7% dei loro asset a rischio, in rialzo dal circa 2% dell'attuale regolamentazione. Ulteriori regole riguardano la qualità del capitale e la creazione di un 'buffer' di capitale di riserva. Le banche avranno però più tempo per adeguarsi: le nuove regole inizieranno ad applicarsi dal primo gennaio 2013, ma entreranno in vigore integralmente solo nel 2019. Ora tali criteri dovranno essere approvati dal Financial Stability Board presieduto da Mario Draghi e poi a novembre dal G7 di Seul.

* Trichet ha commentato dicendo che gli accordi raggiunti sono un rafforzamentio fondamentale degli standard di capitali globali dando un contributo alla stabilità finanziaria di lungo termine. Inoltre ha detto che il lungo periodo transitorio permetterà alle banche di rispettare i nuovi criteri sostenendo allo stesso tempo la ripresa economica.

* Le aste italiane aprono oggi un settimana molto ricca sul fronte dell'offerta di titoli di stato dell'area euro. Il Tesoro colloca tra 2,5 e 3,5 miliardi di euro della settima tranche Btp a 5 anni (15/06/2015, cedola 3%) e tra 1,5 e 2 miliardi della decima tranche Btp a 30 anni (01/09/2040, cedola 5%). Sull'intera settimana l'ammontare di carta in arrivo sul mercato europeo ammonta a circa 29 miliardi di euro, anche se le tensioni sull'offerta saranno mitigate dal rientro di capitali in scadenza e cedole per una quarantina di miliardi.

Prevista per oggi la conferenza stampa di Trichet. Nei giorni scorsi il numero uno della Bce è tornato ad affermare di non vedere al momento nè segnali inflattivi nè segnali deflattivi all'intenro della zona euro.

* Giornata povera di dati sul fronte economico europeo. Da segnalare la produzione industriale di luglio nella zona euro, attesa in crescita dello 0,2% su mese (dopo il -0,1% di giugno) e dell'8,0% su anno (dall'8,2% precedente).

  Continua...