September 7, 2010 / 9:21 AM / 7 years ago

PUNTO 1-Risanamento,accantona 80 mln su S.Giulia,incorre in 2446

3 IN. DI LETTURA

(aggiunge dettagli da nota, background)

MILANO, 7 settembre (Reuters) - Risanamento (RN.MI) ha chiuso il primo semestre con una perdita netta consolidata di 64,5 milioni di euro, in netto miglioramento dal rosso di 171 milioni di un anno prima.

La società - che ha accantonato 80 milioni di euro per i potenziali costi di bonifica nelle controllate Milano Santa Giulia e Milano Santa Giulia Residenze - è incorsa nei presupposti previsti dall'articolo 2446 del codice civile.

Il Cda si è quindi riconvocato per il 23 settembre "al fine di esaminare e approvare una situazione patrimoniale civilistica aggiornata da sottoporre a una convocanda assemblea alla quale, previa integrale copertura delle perdite, verrà riformulata la proposta di rafforzamento patrimoniale della società", dice una nota.

Il 29 gennaio scorso l'assemblea straordinaria di Risanamento aveva approvato, nell'ambito del piano di ristrutturazione del gruppo, un aumento di capitale fino a 150 milioni di euro (di cui 90 milioni a titolo di sovrapprezzo) e l'emissione di un prestito obbligazionario a conversione obbligatoria in azioni ordinarie di 350 milioni di euro.

La nota ricorda che il gruppo "ha posto in essere tutte le attività propedeutiche all'esecuzione della delibera di aumento di capitale presso gli organi preposti" per rispettare la data ultima del 30 settembre. Gli eventi intercorsi descritti nella semestrale hanno causato "motivi di attento approfondimento da parte di tutti i soggetti coinvolti nella procedura autorizzativa dell'aumento di capitale".

Leonardo Conferma Sostenibilita' Piano 2009-2014

Il Cda aveva inoltre chiesto nei giorni scorsi all'adviser Leonardo di verificare la sostenibilità dal punto di vista finanziario del piano 2009-2014. Leonardo ha confermato la sostenibilità del piano, anche tenendo conto degli effetti finanziari derivanti dalla vendita dell'Area Falck, la cui esecuzione è prevista entro fine mese.

Le banche creditrici che hanno sottoscritto l'accordo di ristrutturazione hanno confermato la volontà di dare esecuzione a tutti gli impegni assunti destinati al rafforzamento patrimoniale e finanziario del gruppo.

Per ciò che riguarda i conti semestrali, il fatturato è balzato a 425 milioni di euro dai 55,6 di un anno prima, mentre il risultato operativo è negativo ma in miglioramento a 46,5 miliardi da 51.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno è negativa per 2,7 miliardi in lieve miglioramento dal dato di fine anno di 2,8 miliardi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below