30 agosto 2010 / 14:41 / tra 7 anni

PUNTO 1- Unicredit, mandato per covered bond 5 anni,almeno 1 mld

(aggiunge ipotesi size, background, commenti, future emissioni)

MILANO, 30 agosto - Unicredit CRMI.MI ha dato mandato stamane a un gruppo di banche per l‘emissione di un covered bond della durata di 5 anni.

Lo dicono a Reuters fonti vicine all‘operazione precisando che l‘ammontare “sarà ‘jumbo’, cioè di almeno un miliardo”.

Le banche a guida dell‘operazione sono Paribas, Danske Bank, Hsbc, Ing, Rbs e UniCredit.

L‘emissione, fatte salve le condizioni del mercato, probabilmente verrà lanciata domani. Oggi la piazza londinese è chiusa per il Summer bank holidays.

Il covered bond ha rating tripla A per tutte e tre le agenzie, mentre Unicredit ha rating sul debito senior di ‘Aa3’ per Moody’s e di ‘A’ sia per S&P‘s, sia per Fitch.

UNICREDIT SARA’ APRIPISTA PER ALTRE EMISSIONI COVERED

Unicredit viene visto comme l‘apripista per altre emissioni di covered bond in Italia con il riaprire del mercato dei capitali alla chiusura delle ferie.

“Unicredit vuole fare da apriprista e da riferimento per la nuova stagione dei covered bond in Italia con questa operazione” dice una delle fonti vicine all‘operazione

Con un piano di 20 miliardi di euro lanciato nel 2008 e successivamente confermato, Unicredit aveva già ricoperto il ruolo di locomotiva del settore nel giugno del 2009 con un‘operazione inaugurale a 7 anni da 2 miliardi di euro, riaperta poi per altri 500 milioni. Poi la banca di piazza Cordusio ha replicato con un‘operazione a 12 anni nello scorso ottobre da un miliardo di euro. In entrambi i casi, come per la nuova operazione, si tratta di covered bond che hanno come collaterali mutui residenziali.

Altre banche italiane hanno seguito il primo esempio di Unicredit dal 2009. Ubi (UBI.MI) nel settembre dello scorso anno ha collocato covered bond da un miliardo a sette anni, seguita in ottobre dalla Popolare di Milano PMII.MI e da Carige (CRGI.MI) con operazioni con caratteristiche simili. A dicembre Ubi ha replicato per lo stesso ammontare ma per una scadenza a 10 anni.

Quest‘anno sono è stata poi la volta di Banco Popolare (1 mld a 7 anni) e Intesa a sette anni ma con covered bond, l‘unico del gruppo delle italiane, ad avere come collaterale i mutui nei confronti di enti pubblici.

Questi stessi istituti di credito - secondo una fonte di mercato - “stanno attendendo di vedere le condizioni di mercato dopo la chiusura estiva per tornare anch‘essi sul mercato dei capitali”.

In particolare, aggiunge “Intesa sta sondando il mercato per un covered bond anch‘esso con collaterali rappresentati da mutui residenziali”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below