SINTESI - Zona euro accelera grazie a Germania ma resta fragile

venerdì 13 agosto 2010 13:59
 

* Accelerazione crescita zona euro per contributo Germania

* Atteso rallentamento per effetto misure austerità

* Commissione Ue contenta, ma evidenzia fragilità economia

* Asta Btp e incertezza economia deprimono mercati

BERLINO/BRUXELLES, 13 agosto (Reuters) - Il Pil della zona euro è cresciuto nel secondo trimestre al ritmo più elevato da oltre tre anni grazie alla performance della Germania, la migliore dalla sua riunificazione, che è riuscita a compensare le difficoltà di Spagna e Irlanda, nonché della Grecia.

Nella prima fase del mattino il dato tedesco aveva dato respiro all'azionario europeo, che però è tornato a scivolare estendendo le perdite dei giorni scorsi per effetto da un lato della deludente domanda nell'asta dei Btp, dall'altro lato della persistente incertezza sull'evoluzione dell'economia mondiale, hanno detto alcuni trader.

Secondo Eurostat, il Pil dei 16 paesi dell'area euro è salito dell'1% nel secondo trimestre rispetto al primo e dell'1,7% rispetto allo stesso periodo del 2009, in linea con i dati del sondaggio Reuters [Id:nLDE67C0SR].

La Germania da parte sua ha contribuito con un rialzo congiunturale del 2,2%, ai massimi da 23 anni, e un tendenziale del 4,1%. Il ministro dell'Economia tedesco, Rainer Bruederle, ha detto che nel 2010 la prima economia della zona euro potrebbe espandersi di oltre il 2%, mentre l'istituto Ifo ha rilanciato dicendo che 3 punti percentuali sono possibili durante l'anno. [Id:nLDE67C0K3] [Id:nLDE67C0UM].   Continua...