10 agosto 2010 / 10:31 / 7 anni fa

Monetario disteso a fine Rob, liquidità cala di 11 mld in p/t

MILANO, 10 agosto (Reuters) - Monetario disteso nell‘ultima seduta del periodo di riserva obbligatoria, in attesa dell‘operazione di fine-tuning a un giorno Bce nel pomeriggio, per riequilibrare il bilancio della liquidità delle tesorerie bancarie.

In mattinata intanto, si sono tenute l‘asta di p/t settimanale e quella mensile che copre il nuovo periodo Rob: complessivamente ne è risultata una riduzione netta della liquidità presente nel sistema per ulteriori undici miliardi.

“È il segnale ulteriore che non c’è tutto questo bisogno di fondi” spiega un tesoriere.

Nel p/t a 7 giorni la Bce ha collocato fondi per 153,7 miliardi, con richieste da 111 banche, non lontano dalla cifra di 154,8 miliardi in scadenza dalla scorsa settimana.

Nell‘operazione a 28 giorni Francoforte ha invece assegnato fondi per 39,1 miliardi di euro a 36 banche, dieci in meno rispetto ai quasi 49,5 miliardi che rientravano dal finanziamento dello scorso giugno.

“Il mercato si sta accorgendo che non ha senso continuare a pagare tutti questi fondi dalla Bce” prosegue il tesoriere. “I tassi non hanno reagito, la liquidità è inferiore ma sempre su livelli tranquillizzanti, con un eccesso ancora superiore ai 100 miliardi”.

Entrambi i p/t odierni erano a rubinetto e a tasso fisso dell‘1%. Secondo un sondaggio Reuters reso noto ieri, la maggioranza degli operatori del mercato monetario si aspetta che la Bce estenda la propria offerta di liquidità illimitata fino alla fine dell‘anno. La decisione, come già anticipato dallo stesso presidente Trichet, verrà presa nel meeting del prossimo 2 settembre.

“Credo che alla fine la Bce prolungherà le operazioni full-allotment, anche se il vero problema resta la fiducia, non la liquidità che come abbiamo visto oggi le banche continuano a ridurre” afferma un operatore.

Sono ancora in aumento i depositi overnight delle banche in Bce, remunerati allo 0,25%. Ieri sera ammontavano a oltre 172 miliardi di euro, dai 161,3 di venerdì.

VERSO UN FINE-TUNING DA 200 MLD

Si conferma invece su valori del tutto trascurabili il ricorso degli istituti di credito ai prestiti marginali all‘1,75% dell‘istituto centrale, passati ieri a un solo milione di euro dai precedenti 85 milioni.

“Con l‘ultimo aumento dei depositi si va verso un fine-tuning nell‘odine dei 200 miliardi di euro” prevede l‘operatore. Nel pomeriggio la Bce condurrà anche l‘operazione di drenaggio fondi a una settimana per la sterilizzazione della liquidità in eccesso creata dagli acquisti di bond sul mercato secondario. La cifra che la Bce intende raccogliere resta come nelle due settimane precedenti di 60,5 miliardi, a fronte di un programma ormai virtualmente interrotto, con acquisti che nell‘ultima settimana non sono andati oltre i 9 milioni di euro.

Attorno alle 12,00 il tasso overnight tratta sulla piattaforma Mid tra lo 0,60% e lo 0,68%, “un rialzo normale nell‘ultimo giorno di rob” spiega l‘operatore. Sugli schermi Reuters quota tra lo 0,39% e lo 0,70%. L‘Eonia, al fixing di ieri pomeriggio, si è attestato allo 0,344% dallo 0,349% precedente.

Invariato il tasso Euribor a tre mesi, ancora allo 0,904% al fixing di stamane, appena sotto allo 0,905% di venerdì, il massimo degli ultimi dodici mesi.

Il differenziale tra Euribor a tre mesi e future Eonia sulla stessa scadenza (oggi allo 0,573% dallo 0,581%) allarga a 33,1 punti base dai 32,3 di ieri.

Sulla curva Euribor la scadenza settembre FEIU0 tratta a 99,040 (+0,010), dicembre FEIZ0 a 98,945 (+0,010), mentre marzo 2011 FEIH1 a 98,880 (+0,005).

Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below