Grecia spera di battere target 2010 deficit/pil 8,1% - Min. Fin.

giovedì 5 agosto 2010 14:59
 

ATENE, 5 agosto (Reuters) - La Grecia spera di poter superare il proprio obiettivo di riduzione del rapporto deficit/pil all'8,1% quest'anno, nonostante un gettito inferiore al previsto nel primo semestre. Lo ha detto il ministro delle finanze George Papaconstantinou.

"Sulla base dell'evoluzione del pil e di un'inflazione superiore alle previsioni, risulterà un deficit inferiore all'8,1% alla fine i quest'anno", ha affermato il ministro durante la conferenza stampa seguita alla missione Fmi-Ue-Bce in Grecia, che ha stabilito che il paese ha rispettato gli impegni per poter accedere alla seconda tranche, da 9 miliardi di euro, del programma di aiuti.

Papaconstantinou ha sottolineato che non sono state messe in programma ulteriori misure di austerità a seguito della visita del Fmi, dell'Ue e della Bce, aggiungendo che il previsto aumento dell'Iva garantirà da solo 2 miliardi di euro di gettito nella seconda metà dell'anno.

L'esponente del governo greco ha poi aggiunto che entro la fine dell'anno verrà presentato il progetto di liberalizzazione del mercato energetico, e che il fondo pubblico di garanzia per il settore bancario verrà incrementato di 25 miliardi di euro.