Monetario, lieve discesa depositi, su prestiti in vista fine rob

giovedì 5 agosto 2010 12:37
 

MILANO, 5 agosto (Reuters) - Scambi distesi e depositi overnight a ridosso di 0,30% intorno a metà seduta, in una sessione contrassegnata da volumi "agostani" e dall'attesa sulla Bce, non tanto della scontata conferma del costo del denaro ma piuttosto della conferenza stampa del presidente.

Le statistiche aggiornate ogni mattina dall'istituto centrale di Francoforte mostrano intanto una lieve flessione - nell'ordine di grandezza dei due miliardi - nel ricorso ai depositi marginali da parte delle banche commerciali europee, di cui è invece nettamente cresciuta la richiesta di prestiti overnight da 45 a 676 milioni.

"Qualche aggiustamento di posizioni in vista della chiusura del mese di mantenimento martedì prossimo: la seduta odierna prevede comunque una leggera distruzione ed è quindi presumibile una nuova lieve discesa dei depositi" spiega l'operatore di una tesoreria.

A testimonianza del progressivo rientro della liquidità in eccesso l'ennesima accelerazione, per quanto minima, dei tassi Euribor.

Il fix londinese sancisce così la risalita della scadenza di quattro millesimi della scadenza a tre mesi a quota 0,904%, massimo da luglio dell'anno scorso.

La differenza rispetto all'analoga scadenza Eonia si riduce a 32 centesimi da 33 di ieri, a testimonianza di un mercato progressivamente più disteso.

Scarsa l'attività anche sulla curva Euribor, dove tende comunque a prevalere il segno meno: poco dopo le 12 la scadenza settembre FEIU0 arretra di 15 milllesimi a 99,03, dicembre FEIZ0 di due tick a 98,955 (-0,015) e marzo FEIH1 di 35 millesimi a 98,87.

Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.