Evasione, in 7 mesi 2010 riscossi 4,9 mld, +9% su 2009 - Entrate

giovedì 5 agosto 2010 11:54
 

ROMA, 5 agosto (Reuters) - L'Agenzia delle entrate ha riscosso 4,9 miliardi di gettito evaso nei primi 7 mesi del 2010, il 9% in più rispetto al 2009.

Lo si legge in una nota che fa il punto sui risultati finora raggiunti nell'attività di contrasto e accertamento.

Secondo Luigi Magistro, alto funzionario dell'Agenzia, i 4,9 miliardi "sono ancora più significativi se si guarda in particolare ai 2,2 miliardi di euro (+10% rispetto allo stesso periodo del 2009) di versamenti effettuati direttamente dai contribuenti che hanno scelto di utilizzare gli istituti definitori, come l'adesione, l'acquiescenza e la conciliazione giudiziale".

Gli accertamenti complessivi condotti nei primi 7 mesi dell'anno sono 151.000 e hanno prodotto una maggiore imposta accertata pari a oltre 9,8 miliardi, in crescita del 5,8% sui 9,3 miliardi del 2009.

Gli accertamenti sintetici (il redditometro), che si basano sul confronto tra reddito dichiarato e livello di consumo, hanno portato a una maggiore imposta di 183,936 milioni, in crescita del 57,5% sullo stesso periodo dello scorso anno.

"Un forte balzo in avanti è stato, infine, conseguito dai controlli automatizzati delle dichiarazioni dei redditi e Iva che fanno incassare all'erario 900 milioni di euro, pari a +28% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso", conclude la nota.