Monetario, volumi bassi, salgono depositi per decumulare numeri

mercoledì 4 agosto 2010 11:49
 

MILANO, 4 agosto (Reuters) - Situazione poco variata sull'interbancario oggi su volumi contenuti, dopo che il p/t a sette giorni di ieri è stato preso dalle banche dell'eurosistema come una buona occasione per ridurre l'eccesso di fondi in vista della chiusura del periodo di mantenimento della rob.

E così viene vissuto anche il ricorso alle 'deposit facilities'. "I depositi salgono, come è fisiologico in questa fase del periodo di mantenimento al fine di decumulare numeri" dice un tesoriere.

Si è infatti verificato ancora un rialzo per i depositi overnight. Secondo le statistiche quotidiane di Francoforte ECB40, i depositi overnight remunerati allo 0,25% ammontavano ieri a 146,408 miliardi da 138,117 miliardi della seduta precedente. In lieve salita anche i prestiti overnight all'1,75% richiesti dalle banche, che sono ammontati ieri a 45 milioni dai precedenti 4.

"I volumi sono comunque scarsi, penso sia da attribuirsi all'estate" dice ancora il tesoriere.

Con la chiusura del periodo, le tesorerie si aspettano anche un rialzo dei tassi a brevissimo, in linea con gli altri tassi e con l'Euribor.

"Attualmente si nota una biforcazione di tendenza fra Euribor e tassi a brevissimo, con l'inesorabile rialzo dell'uno, e la discesa degli altri. Ma sono convinto che con la chiusura del periodo i brevissimi si riallineeranno al trend di rialzo" dice l'operatore.

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato oggi a 0,900% da 0,899% di ieri. Il differenziale tra questo tasso e quello analogo sull'Eonia swap (oggi a 0,570%) - indicatore dello stato di stress del mercato del credito - è oggi a 33 pb

Sulla curva Euribor la scadenza settembre FEIU0 è a 99,040 (-0,015), dicembre FEIZ0 a 98,98 (-0,015) e marzo FEIH1 98,920 (-0,005). Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.