Monetario, depositi o/n oltre 120 mld a fine mese, tassi distesi

lunedì 2 agosto 2010 12:12
 

MILANO, 2 agosto (Reuters) - La chiusura del mese di calendario - martedì 10 agosto termina invece il periodo di mantenimento - torna a far crescere il ricorso delle banche commerciali della zona euro ai depositi marginali Bce.

Le statistiche a cura dell'istituto centrale di Francoforte aggiornate a questa mattina ma relative alla seduta di venerdì - l'ultima di luglio - mostrano un incremento prossimo ai tre miliardi e una risalita a 120,894 miliardi nei depositi remunerati a 0,25%.

Marcato aumento anche nell'utilizzo dei finanziamenti marginali a 1,75%, saliti a 366 da 79 milioni.

Ispirata anche al movimento della curva Usa, che sconta la deludente lettura degli ultimi numeri macro sulla crescita, la tendenza generale per i tassi di mercato è quella di una distensione.

Prosegue infatti il ripiegamento del fixing Eonia: la media di 0,423% di venerdì va confrontata allo 0,453% di giovedì ma anche allo 0,50% di venerdì 23 luglio.

Pubblicata questa mattina, l'indagine mensile a cura della Bce sui mutui a tasso variabile mostra a giugno una discesa del tasso medio nel campo degli immobili mentre il quadro dei prestiti alle imprese resta ancora contrastato.

Si interrompe invece come previsto l'estemporanea discesa dei tassi Euribor: in occasione del fix londinese il tasso a tre mesi - vero e proprio barometro per l'interbancario - accelera di due millesimi a 0,898% da 0,896% di venerdì, prima "e molto probabilmente unica" discesa da metà aprile.

"Il movimento dei tassi di mercato si lascia ispirare da quello della curva Usa, a propria volta legato alla delusione degli ultimi dati macro" spiega un tesoriere.

"La situazione europea è in realtà leggermente diversa, nessuno pensa però che si stia avvicinando il momento della prima stretta sul credito" aggiunge.   Continua...