RPT - Bioera, istanza sequestro per 700.000 euro, ok concordato

venerdì 30 luglio 2010 12:03
 

Ripete cambiando titolo

MILANO, 30 luglio (Reuters) - Bioera (BIE.MI: Quotazione), società di integratori e alimenti naturali, in passato della galassia Burani ora in liquidazione, a luglio ha ricevuto la notificazione di un provvedimento di sequestro giudiziario e conservativo da parte del tribunale di Reggio Emilia.

Una nota, che riporta la situazione finanziaria mensile, precisa che l'istanza è stata presentata da Natixis e Capeq e riguarda il 30% del capitale di Lacote - società modenese che opera nel settore cosmetici - per 700.000 euro.

Bioera dichiara l'invalidità del provvedimento. L'udienza è fissata per il 16 settembre. Al momento Natixis e Capeq, che erano i venditori della quota Lacote, non hanno dato esecuzione al decreto di seguestro.

In merito al piano di ristrutturazione finanziaria, Bioera informa che la proposta di concordato è stato approvata ieri dal collegio dei liquidatori. Entro il 9 agosto verrà emesso un nuovo comunicato.

Al 30 giugno l'indebitamento del gruppo Bioera sfiorava i 29 milioni, in miglioramento di circa 2,2 milioni rispetto al mese precedente.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato in forma integrale cliccando su [ID:nBIA3014f].

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
RPT - Bioera, istanza sequestro per 700.000 euro, ok concordato | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,936.65
    +0.12%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,746.35
    +0.14%
  • Euronext 100
    941.87
    +0.12%