PUNTO 1 - Autostrade, Tar Lazio sospende decreto aumento pedaggi

giovedì 29 luglio 2010 17:12
 

(Aggiunge valore pedaggi da relazione manovra e contesto)

ROMA, 29 luglio (Reuters) - Il Tar del Lazio ha sospeso l'aumento dei pedaggi nelle stazioni delle autostrade collegate con le tratte e i raccordi gestiti dall'Anas previsto nella manovra correttiva.

Lo conferma il vice ministro alle Infrastrutture e Trasporti della Lega Nord, Roberto Castelli, dicendo in una nota che "la sentenza del Tar ha accolto i ricorsi contro gli aumenti".

La sospensiva riguarda il decreto della presidenza del Consiglio che aveva fatto aumentare dal primo luglio di 1 euro le classi di pedaggio A e B e di 2 euro le classi 3,4 e 5.

In base alla relazione tecnica alla manovra depositata in Senato, le maggiori entrate per Anas sarebbero state pari a circa 83 milioni nel 2010 e a circa 200 milioni per l'intero 2011.

Per il vice ministro "questa sentenza mette a repentaglio la credibilità di tutti i piani economico-finanziari delle grandi infrastrutture realizzate in finanza di progetto quali Brebemi, Pedemontana, Tem, Cecina-Civitavecchia e ribadisce per l'ennesima volta l'incertezza del sistema Paese, che è la causa fondamentale dei mancati investimenti internazionali in Italia".

Castelli esorta il ministro dell'Economia Giulio Tremonti "a varare una norma di legge, contro la quale fortunatamente il Tar non può nulla, visto che le previsioni di estrema necessità e urgenza sussistono tutte".

Non è stato possibile ottenere un commento sulla vicenda da parte dell'Anas.