Monetario, salgono depositi ed Euribor, tom sconta fine mese

giovedì 29 luglio 2010 12:21
 

MILANO, 29 luglio (Reuters) - Scambi distesi e nuova lieve discesa dei tassi di mercato, complice l'iniezione netta di oltre 18 miliardi di euro del finanziamento Bce a tre mesi a valuta su oggi.

Tra i depositi a brevissimo una leggera tensione si vede sul tom/next, scadenza 30 luglio a regolamento 2 agosto, che sconta la fine del mese di calendario senza peraltro evidenziare particolari distorsioni.

"La liquidità a disposizione del sistema resta abbondante e i tassi hanno risposto con la prevista distensione alla nuova misura distensiva implicita nella domanda e nell'assegnazione di fondi con l'asta a 91 giorni di ieri" spiega un tesoriere.

Nuovo lieve gradino all'ingiù anche per la media Eonia, fissata ieri a 0,478% da 0,490% di martedì.

Intorno alle 12 il periodo overnight viaggia sul Mid in area 0,45/50%, mentre per il tom/next l'indicazione è di 0,50/80 per quanto il volume degli scambi sia estremamente contenuto.

Alla distensione dei depositi a brevissimo fa peraltro di consueto riscontro la nuova risalita dei tassi Euribor.

In occasione del fixing londinese della mattinata sale così di tre millesimi da ieri il tasso Euribor trimestrale a quota 0,899%, nuovo massimo dal 30 luglio dell'anno scorso.

Aumenta invece vistosamente, di oltre dodici miliardi rispetto alla sessione precedente, l'utilizzo dei depositi overnight Bce remunerati a 0,25% da parte delle banche commerciali.

Frazionale rialzo per la curva dei derivati Euribor: la scadenza settembre FEIU0 sale di 5 millesimi a 99,03, dicembre FEIZ0 di due tick a 98,94 e marzo FEIH1 di 2,5 punri base a 98,855. Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.