Monetario disteso, positivo aumento richieste fondi a tre mesi

mercoledì 28 luglio 2010 11:57
 

MILANO, 28 luglio (Reuters) - Aumenta di una decina di miliardi rispetto alla sessione precedente l'utilizzo dei depositi overnight Bce remunerati a 0,25% da parte delle banche commerciali.

Ben lontano da picchi superiori ai 300 miliardi e pari a poco più di 79 miliardi, la dinamica ancora leggermente ondivaga delle 'facilities' di Francoforte testimonia la reazione - a detta degli operatori comunque contenuta - degli istituti di credito al progressivo riassorbimento dei fonti in eccesso.

Andato - come spesso di recente - completamente deserto il finanziameno in dollari a tasso fisso di 1,19%, l'Eurotower ha intanto collocato sempre a tasso fisso ma pari al riferimento di 1% 23,166 miliardi -- 4,8 l'ammontare in scadenza di liquidità a tre mesi -- a 91 giorni, soddisfacendo interamente le richieste pervenute da 70 banche.

A valuta domani, quando rientrano i 4,8 miliardi della precedente asta a tre mesi, la transazione equivale per il sistema bancario dei sedici pasi a un'iniezione netta pari a oltre 18 miliardi.

"Rimaniamo in una situazione di eccesso di fondi ma il segnale particolarmente positivo va letto nel ricorso a forme di indebitamento più a lungo termine - tre mesi in luogo di sette giorni - testimone di un clima di maggiore distensione.

Procede intanto lenta ma incontrastata la risalita dei tassi Euribor, ormai ai massimi dalla fine di luglio 2009 su quasi l'intero arco delle scadenze.

"L'idea è che le banche tornino, come dovrebbe normalmente avvenire, a finanziarsi direttamente sul mercato senza passare attraverso la Bce, che sta rispettando gli impegni di rimuovere le misure straordinarie a sostegno della liquidità adottate in risposta alla crisi del credito".

In occasione del fixing londinese della mattinata sale così di tre millesimi da ieri il tasso Euribor trimestrale a quota 0,896%, massimo dal 30 luglio dell'anno scorso.

Poco prima delle 12 il deposito overnight è indicato sul Mid in area 0,45%, poco al di sotto della media Eonia fissata ieri a 0,49%.

Frazionale rialzo per la curva dei derivati Euribor: la scadenza settembre FEIU0 sale di 5 millesimi a 99,02, dicembre FEIZ0 di un tick a 98,91 e marzo FEIH1 di 2,5 punri base a 98,83. Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.