Bce, Trichet chiede immediato rigore fiscale a paesi avanzati

venerdì 23 luglio 2010 09:14
 

LONDRA, 23 luglio (Reuters) - I paesi industrializzati devono agire immediatamente per migliorare le finanze pubbliche tagliando la spesa e alzando le tasse. A dirlo è il presidente della Banca centrale europea, Jean Claude Trichet, in un intervento sul Financial Times.

"Non ci sono dubbi sul fatto che l'esigenza di attuare una strategia di consolidamento fiscale credibile a medio termine valga per tutti i paesi ora", scrive Trichet.

"Ci aspettiamo che i governi confermino l'intenzione di risanare i bilanci pubblici".

"E' giunto il momento di ristabilire la sostenibilità dei conti pubblici. Il deterioramento delle finanze pubbliche cui stiamo assistendo non ha precedenti in gravità e diffusione geografica".

Il presidente della Bce critica anche la spinta a sostenere l'economia attraverso la spesa pubblica durante la crisi.

"Con il senno di poi vediamo ora quanto inopportuno sia stato il messaggio ipersemplificato di stimolo indirizzato a tutte le economie avanzato nel motto 'stimolate' ... 'spendete'".