21 luglio 2010 / 16:55 / tra 7 anni

Exor, rinnovato patto Sequana con Dlmd, che ristruttura debito

TORINO, 21 luglio (Reuters) - Exor (EXOR.MI), holding del gruppo Agnelli, ha rinnovato il patto con Dlmd (controllata dal dg di Sequana Pascal Lebard) relativo alla gestione di Sequana.

Lo rende noto un comunicato.

Il patto, che era stato stipulato nel 2007, ha una durata di un anno e si rinnoverà di anno in anno salvo disdetta, dice una nota relativa anche alla ristrutturazione del debito contratto da Dlmd all‘atto della acquisizione della partecipazione in Sequana.

Il nuovo patto prevede un cda Sequana di dieci membri: tre di Exor (tra cui il presidente Tiberto Brandolini d‘Adda) e due di Dlmd (tra cui il Dg Pascal Lebard). I rimanenti cinque amministratori indipendenti saranno proposti di comune accordo tra le parti.

Contestualmente Dlmd ha ristrutturato il debito contratto con The Royal Bank of Scotland, BNP Paribas e Exor per acquisire la quota in Sequana.

Il debito con Exor viene estinto “a fronte della cessione a Exor di 790.190 azioni Sequana detenute da DLMD (pari all‘1,59% del capitale)”.

A seguito della transazione, Dlmd scendera’ al 20,22% di Sequana, mentre Exor salira’ al 28,24%.

La ristrutturazione del debito di Dlmd nei confronti di The Royal Bank of Scotland e di BNP Paribas prevede il suo prolungamento per quattro anni, senza pagamento di interessi.

Dlmd riconosce alle banche opzioni di acquisto sul 20,22% detenuto in Sequana, con durata di quattro anni.

“Il controvalore derivante dal loro esercizio - che potrà avvenire in qualunque momento, anche parzialmente - sarà compensato anticipatamente in sede di esecuzione con la totalità delle somme dovute da Dlmd alle banche”, spiega la nota.

A scelta di Dlmd, per quattro anni le opzioni potranno essere liquidate in contanti o in azioni Sequana; il loro numero sarà progressivamente ridotto in funzione dell‘evoluzione del prezzo di Borsa del titolo Sequana, a partire da 12 euro per azione, fermo restando che l‘esercizio di queste opzioni assicurerà l‘estinzione totale del debito di Dlmd.

L‘esecuzione dell‘insieme delle operazioni citate è prevista per il 30 luglio 2010, conclude la nota.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below