Manovra, non ci sono tempi per modifiche alla Camera - Relatore

lunedì 19 luglio 2010 17:55
 

ROMA, 19 luglio (Reuters) - Non ci sono i tempi per modificare la manovra alla Camera.

Lo conferma il relatore Gioacchino Alfano, nel giorno in cui la commissione Bilancio di Montecitorio avvia l'esame del decreto, che deve essere convertito entro il 30 luglio.

"Non ci sono i tempi. Vedremo da luglio a settembre quali saranno gli effetti della manovra e se si ci sarà bisogno di introdurre in altri provvedimenti le questioni rimaste fuori", spiega il relatore.

Al momento il calendario dei lavori prevede che la manovra approdi in aula alla Camera il 26 luglio per essere convertita in legge entro il 29.

Uno dei nodi aperti riguarda i tagli agli enti locali, che pesano per 6,3 miliardi nel 2011, 8,5 nel 2012 e 8,5 nel 2013. Il grosso dell'intervento incide sulle Regioni, che dovranno sostenere minori risorse per 4 miliardi nel 2011 e 4,5 miliardi a partire dal 2012.

Si avvia a passare il vaglio della Camera anche la contestata misura che disciplina i casi di esenzione dai reati di bancarotta.

La manovra prevede infatti che i reati di bancarotta preferenziale e semplice non si applichino a pagamenti e operazioni compiuti in tre casi: concordato preventivo, accordo di ristrutturazione dei debiti o un piano la cui idoneità a garantire i creditori sia attestata da un professionista qualificato.

L'Italia dei valori ritiene che l'esenzione prevista nel terzo caso assuma la forma di uno "scudo penale", dal momento che la norma fa riferimento a un piano di natura privatistica che non contemplerebbe "l'omologa" del giudice.

Il Fatto quotidiano, giornale vicino al partito di Antonio Di Pietro, ha scritto la scorsa settimana che la norma salverebbe il neo presidente delle Generali Cesare Geronzi dai processi per bancarotta di Cirio e Parmalat.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Manovra, non ci sono tempi per modifiche alla Camera - Relatore | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,294.67
    +0.25%
  • FTSE Italia All-Share Index
    21,090.35
    +0.22%
  • Euronext 100
    935.41
    -0.06%