Ecofin, Ue più vicina ad accordo su supervisione finanziaria

martedì 13 luglio 2010 17:29
 

* Paesi membri rivedono posizioni più ostili

* Nuove autorità europee avranno poteri concreti

* Riunione domani con eurodeputati

BRUXELLES, 13 luglio (Reuters) - Un accordo sulla riforma della supervisione finanziaria a livello di Unione europea sembra oggi più plausibile e più prossimo dopo la decisione dei ventisette paesi membri di avvicinarsi maggiormente a quella del parlamento.

A lungo sollecitata dai partner Ue e del Parlamento, la Gran Bretagna ha finalmente accolto il principio secondo cui le nuove autorità di vigilanza sul settore bancario, assicurativo e dei mercati potranno rivolgersi direttamente alla società in questione senza passare attraverso l'organismo di sorveglianza nazionale del singolo paese Ue in caso di emergenza.

Londra ha peraltro chiesto al consiglio Ecofin una precisa definizione dei casi d'emergenza e non ammetterebbe, precisano fonti europee, una decisione dell'autorità Ue che metta in discussione la sovranità sul bilancio di ciascun paese dell'Unione.

Viceversa, la nuova autorità di vigilanza sui mercati finanziari avrebbe la facoltà di proibire a determinate condizioni prodotti e attività finanziarie a rischio particolarmente elevato.

L'organismo di sorveglianza avrà inoltre competenza sulle società finanziarie pan-europee, come agenzie di rating o casse di compensazione.   Continua...