Manovra,le province nella gestione delle centrali idroelettriche

lunedì 12 luglio 2010 13:13
 

ROMA, 12 luglio (Reuters) - Alcune province avranno la possibilità di entrare con una quota fra il 30 e il 40% del capitale nelle società di gestione delle grandi centrali idroelettriche.

E' quanto prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Bilancio del Senato la scorsa settimana ed inserito nel testo che da domani andrà all'esame dell'aula di palazzo Madama.

L'emendamento è stato presentato dal vicepresidente della commissione, il leghista Massimo Garavaglia.

L'emendamento, che riguarda le "concessioni di grandi derivazioni di acqua per uso idroelettrico", prevede fra l'altro che le concessioni vengano affidate a società" a composizione mista pubblico-privata partecipate nella misura complessiva minima del 30% e massima del 40% del capitale sociale dalle province individuate nel presente comma e/o da società controllate dalle medesime".