L'Aquila, ricostruzione spetta a Comune e Regione - Berlusconi

giovedì 8 luglio 2010 13:21
 

ROMA, 8 luglio (Reuters) - Il governo ha fatto la sua parte per l'Abruzzo dopo il terremoto dello scorso anno, elargendo anche i finanziamenti necessari. La ricostruzione spetta ora alla Regione e al comune de l'Aquila.

Lo ha detto Silvio Berlusconi dopo la manifestazione di protesta degli aquilani che ieri hanno sfilato per le strade di Roma arrivando anche sotto il portone del premier, contestando al governo di non aver mantenuto le promesse fatte sulla ricostruzione.

Il premier definisce poi "strumentalizzazioni" le ricostruzioni della protesta nella quale alcune persone sono rimaste ferite a seguito di tafferugli con le forze dell'ordine.

"Non ho ancora visto il resoconto delle forze dell'ordine, ma mi pare che ci sia stata molta strumentalizzazione", ha deto Berlusconi parlando in tv a Studio Aperto.

"Noi abbiamo fatto come governo un intervento immediato ed efficace dopo il terremoto. La ricostruzione spetta agli enti locali. Il governo doveva dare i finanziamenti, cosa che è stata fatta finora. Sono a disposizione del Comune de l'Aquila e della Regione e sono questi enti a doverli trasformare in realizzazioni concrete", ha precisato.

Berlusconi ha rivendicato l'impegno del governo: "In meno di 10 mesi abbiamo dato una casa a chi l'aveva persa".