Manovra, emendamento relatore prevede tassa su assicurazioni

mercoledì 7 luglio 2010 17:39
 

ROMA, 7 luglio (Reuters) - Il relatore alla manovra Antonio Azzollini ha presentato un emendamento che introduce una tassa sulle compagnie assicurative da 234 milioni al 2012.

L'emendamento modifica il testo unico delle imposte sui redditi nella parte che disciplina il reddito delle compagnie assicurative.

"La variazione delle riserve tecniche obbligatorie relative al ramo vita concorre a formare il reddito dell'esercizio in misura pari al 90%", dice l'emendamento.

La tassa scatta, "nella misura del 50%, anche sul versamento del secondo acconto di imposta sul reddito delle società previsto" per il 2010.

La relazione tecnica, per stimare gli effetti dell'emendamento, spiega che l'incremento delle riserve è risultato pari a 42 miliardi nel 2009.

Tenendo conto prudenzialmente di una cifra pari al 20% dei 42 miliardi, il recupero di base imponibile sarebbe pari a 850 milioni su base annua, cui si applica un'aliquota Ires del 27,5%.

Per cassa, la relazione stima un gettito di 88 milioni nel 2010, di 321 nel 2011, di 234 milioni nel 2012 e nel 2013.