Fisco, non scaricare su imprese deficit regionali -Confindustria

venerdì 2 luglio 2010 17:41
 

ROMA, 2 luglio (Reuters) - Confindustria esprime preoccupazione per l'aumento delle addizionali Irpef e Irap in Lazio, Calabria, Campania e Molise e sollecita "seri e veloci" piani di rientro per evitare che siano le imprese a pagare le inadempienze regionali.

"Le imprese comprendono le ragioni di una scelta obbligata e sono disponibili, responsabilmente, a sostenere l'ennesimo contributo alla necessità del rigore dei conti pubblici, ma non intendono tollerare più a lungo comportamenti irresponsabili da parte delle Regioni che ora devono attuare seri e veloci piani di rientro dai rispettivi deficit sanitari", si legge in una nota.

Ieri il Dipartimento delle finanze ha comunicato che le quattro Regioni dovranno aumentare le addizionali per ripianare i deficit nei conti sanitari.