PUNTO 1- Ue propone ritocchi regole patto, più attenzione debito

mercoledì 30 giugno 2010 12:57
 

(aggiunge dettagli, virgolettati nota Ue)

BRUXELLES, 30 giugno (Reuters) - Tra le proposte della Commissione europea per la revisione del patto di stabilità e crescita dei ventisette paesi Ue figurano principalmente una maggiore attenzione al debito pubblico e un esame preliminare di Bruxelles alle proposte di legge finanziaria dei singoli governi.

Altro caposaldo tra le proposte dell'esecutivo comunitario che i paesi troppo lassiti in materia di conti pubblici siano tenuti a depositare temporaneamente fondi presso la Commissione fino all'effettivo riordino dei conti pubblici.

"Ai paesi della zona euro i cui sforzi di finanza pubblica si rivelino insufficienti potrebbe essere temporaneamente imposto un risparmio forzato, il deposito di una determinata somma su un conto remunerato ma bloccato" si legge in una nota della Commissione.

I paesi indisciplinati sul fronte deficit e debito perderebbero anche il diritto ai fondi comunitari strutturali e a quelli destinati all'agricoltura.

Chi non ridurrà il debito pubblico secondo la tempistica prevista sarà soggetto a misure disciplinari.

"I paesi membri dovrebbero che procedono in maniera insoddisfacente sulla strada della riduzione del debito dovrebbero essere sottoposti alle procedure previste dal patto in caso deficit eccessivo fino alle sanzioni".

Le proposte della Commissione, contenute in una 'comunicazione', passano adesso al vaglio dei ministri finanziari Ue, che stanno valutando una completa revisione delle regole economiche dei Ventisette volta a prevenire un ripetersi della crisi debitoria partita dalla Grecia. Al lavoro sul patto di stabilità ci sono i ministri finanziari riuniti nella formula della task force guidata dal presidente europeo Herman Van Rompuy.