SCHEDA - Manovra approda in aula al Senato: le principali novità

martedì 13 luglio 2010 10:57
 

ROMA, 13 luglio (Reuters) - Approda oggi in aula al Senato la manovra correttiva da 25 miliardi su 2011 e 2012.

Il decreto, sul quale il governo porrà la questione di fiducia, sarà licenziato da Palazzo Madama entro giovedì per poi andare alla Camera in seconda lettura.

L'esame alla Camera dovrà concludersi entro il 29 luglio (l'arrivo in aula è in agenda per il 26). Il decreto scade il 30 luglio, per cui rimarrebbe solo un giorno di tempo per una eventuale terza lettura (fra l'altro un venerdì, quando solitamente l'aula del Senato non lavora).

Di seguito una sintesi delle principali misure con le modifiche introdotte in commissione al Senato:

REGIONI SI DISTRIBUIRANNO TAGLI DA 13 MLD AL 2013

La manovra viene finanziata con forti tagli a Regioni, province e comuni. In totale i minori trasferimenti pesano per 6,3 miliardi nel 2011, 8,5 nel 2012 e 8,5 nel 2013. Arrivano però 350 milioni l'anno per Roma capitale.

Il grosso viene dalle Regioni, che dovranno sostenere minori risorse per 4 miliardi nel 2011 e 4,5 miliardi a partire dal 2012.

I tagli alle Regioni saranno ripartiti "secondo criteri e modalità stabiliti in sede di conferenza Stato-Regioni". Per i comuni sarà la Conferenza Stato-Città a decidere.   Continua...