PUNTO 1-Manovra, Berlusconi non chiude porta a Regioni-Formigoni

lunedì 28 giugno 2010 17:57
 

(Aggiunge altre dichiarazioni Formigoni, contesto)

MILANO, 28 giugno (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi non ha chiuso la porta alle regioni nella battaglia per rivedere i 13 miliardi di tagli imposti loro in manovra.

Lo ha detto il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, dopo le dichiarazioni fatte ieri da Berlusconi, per il quale le regioni non possono continuare a "sprecare così i soldi dei cittadini".

Formigoni è poi tornato sul tema nel pomeriggio, rilanciando la formazione di una commissione mista Stato-Regioni che "faccia luce sui comparti della spesa pubblica per vedere chi spreca e quanto".

Avvicinato dai cronisti all'ingresso della sede di Borsa italiana per l'assemblea Consob, stamattina il governatore si è così espresso: "Berlusconi lo conosco. No, la porta è spalancata".

"Tutto il mondo associativo lombardo ha approvato un documento di sostegno alla nostra azione per cambiare l'organizzazione della manovra nel rispetto dei saldi", ha aggiunto il governatore.

Da Toronto, dove si trovava per il summit del G20, Berlusconi aveva reiterato ieri la necessità dei tagli alla spesa.

"Chi ha la responsabilità delle Regioni deve difendere lo status quo, ma non si può andare avanti a sprecare così i soldi dei cittadini", aveva detto il premier.   Continua...