Manovra, Berlusconi non chiude la porta a regioni - Formigoni

lunedì 28 giugno 2010 11:58
 

MILANO, 28 giugno (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi non ha chiuso la porta alle regioni per rivedere i tagli da 13 miliardi imposti loro in manovra.

Ne è convinto il governatore della Lombardia Roberto Formigoni.

Avvicinato dai cronisti all'ingresso della sede di Borsa italiana per l'assemblea Consob, il governatore si è così espresso: "Berlusconi lo conosco. No, la porta è spalancata".

"Tutto il mondo associativo lombardo ha approvato un documento di sostegno alla nostra azione per cambiare l'organizzazione della manovra nel rispetto dei saldi", ha aggiunto il governatore.

Riguardo alla lettera inviata al ministro Giulio Tremonti dai governatori di Lazio, Campania, Calabria, Abruzzo e Molise, Formigoni dice che il fronte delle regioni è unito e compatto nel chiedere un "cambiamento sostanziale" della manovra. sottolineando che che questi cinque governatori hanno ereditato una situazione "dissestata delle loro regioni".