PUNTO 1 - Manovra, Tremonti disponibile a ridurre tagli a scuola

giovedì 24 giugno 2010 18:01
 

(Aggiunge dettagli in coda)

ROMA, 24 giugno (Reuters) - Il governo è disponibile a valutare una riduzione dei tagli alla scuola nell'ambito della manovra correttiva all'esame del Senato.

Lo ha annunciato il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, nel corso di un incontro con i sindacati della scuola di Cisl, Uil e Confsal.

Per venire incontro alle richieste delle parti sociali, il ministro ha detto che c'è la possibilità di utilizzare, per limare i tagli, il cosiddetto "meccanismo del 30%", cioè quella quota dei tagli al comparto già previsti nella precedente manovra triennale (2009-2011) che devono essere riutilizzati nell'ambito della scuola stessa.

"Pensiamo sia giusto evitare il congelamento anche sul meccanismo del 30%, previa però una effettiva verifica dei risparmi conseguiti da parte della Ragioneria generale dello Stato", ha spiegato il ministro.

"Credo che una quota di quei risparmi possa essere utilizzata nell'ambito della scuola", ha aggiunto.

Secondo Massimo Di Menna, funzionario Cisl, la quota totale di tagli prevista dalla precedente manovra triennale potrebbe essere pari o superiore a 3 miliardi. Di questi dunque, una quota fino al 30% andrà a ridurre i tagli previsti per la scuola con l'attuale manovra. Risorse che il sindacato vuole siano utilizzate per limitare il congelamento degli stipendi sugli insegnanti.

La Cisl chiede comunque un emendamento per mettere nero su bianco l'impegno assunto da Tremonti.

Finito il suo intervento, Tremonti ha seguito insieme ai sidnacati buona parte del primo tempo della partita della nazionale italiana ai mondiali del Sudafrica.

"Sono in ferie, ho chiesto il permesso a Brunetta", ha scherzato Tremonti a proposito del fatto di assistere alla partita.