GB, Osborne taglia stime crescita: Pil 2010 visto a +1,2%

martedì 22 giugno 2010 14:14
 

LONDRA, 22 giugno (Reuters) - L'economia britannica crescerà a un passo più lento rispetto a quanto previsto in precedenza nell'anno in corso e nel prossimo a seguito della stretta fiscale, ma successivamente spingerà sul pedale dell'acceleratore.

E' quanto ha detto il ministro delle Finanze inglese, George Osborne.

La crescita nel 2010 sarà intorno all'1,2%, al di sotto della stima dell'1,3% fatta la scorsa settimana.

Nel 2011 la crescita è vista al 2,3%, sotto la stima del 2,6% fatta dall'Ufficio per la responsabilità del budget (Obr), prima di riprendere a correre al 2,8% nel 2012 e al 2,9% nel 2013.

Il ministro ha sottolineato inoltre che, rispetto ai piani del precedente governo, "oggi si annuncia un taglio della spesa corrente di 30 miliardi di sterline l'anno al 2014-15".

Come risultato, secondo il ministro delle Finanze, "il fabbisogno del settore pubblico nel 2010-2011 sarà pari a 149 miliardi di sterline dalle stime precedenti di 155 miliardi, per scendere a 116 miliardi l'anno prossimo a 89 miliardi nel 2012-13 e a 60 miliardi di sterline al 2013-14".