Bce, espulsione da zona euro minaccia non credibile -Bini Smaghi

venerdì 18 giugno 2010 14:39
 

FRANCOFORTE, 18 giugno (Reuters) - Spingere un paese membro della zona euro a lasciare la moneta unica non sarebbe praticabile.

E' quanto afferma Lorenzo Bini Smaghi, membro del consiglio esecutivo della Bce, in uno discorso preparato per un evento a Bruxelles.

"Non è compatibile con la costruzione politica che ha portato alla nascita dell'euro", ha spiegato Bini Smagi, "e, da ultimo, non è una minaccia credibile".

Il banchiere respinge l'idea di una ristrutturazione ordinata del debito sovrano 'regolato' dall'alto, una proposta avanzata da alcuni esponenti della classe dirigente tedesca, come Axel Weber, presidente della Bundesbank.

Secondo Bini Smaghi, è sbagliato parlare del collasso della zona euro. "Negli ultimi mesi, una serie di shock ha colpito la zona euro, minacciando l'euro. Qualcuno ne ha pronosticato la morte, prematuramente", argomenta Bini Smaghi.

Il banchiere ritiene che sarebbe sbagliato prendere in considerazione il fallimento della zona euro, non trattandosi di un sistema pienamente federale, spiegando che la forza dell'area risiede nel diritto degli stati membri di fissare le politiche.