Monetario disteso, eccesso di fondi stimato a 350 mld euro

venerdì 18 giugno 2010 12:40
 

MILANO, 18 giugno (Reuters) - Mercato monetario di zona euro disteso nell'ultima seduta settimanale, con tassi a brevissimo ancorati poco sopra lo 0,25% di remunerazione dei depositi da parte dlela Bce.

"Si va verso un fine settimana di assoluta tranquillità" afferma un tesoriere, che calcola un eccesso di fondi nel sistema di circa 350 miliardi di euro. "Non ci sono state sorprese in queste primissime sedute del nuovo periodo di mantenimento".

Continua ad ingrossarsi il flusso dei fondi che le banche di zona euro parcheggiano in Bce a fine giornata. Dopo il brusco calo di martedì, in chiusura del periodo di riserva obbligatoria, i depositi erano risaliti nella seduta successiva sopra la soglia dei 200 miliardi di euro, per portarsi iera sera oltre quota 213 miliardi.

Si conferma invece sul livelli trascurabili il ricorso delle banche ai prestiti marginali dell'istituto centrale, al tasso dell'1,75%, passando a 11 milioni ieri sera, dai 30 di mercoledì.

"Non mi aspetto un boom dei depositi nelle prossime due settimane. Le banche tenderanno a tenere i fondi sui conti per accumulare numeri neri in vista della scadenza del p/t a un anno" spiega il tesoriere. "C'è la sensazione che non tutto l'ammontare in scadenza verrà rinnovato, i tassi potrebbero salire e le banche vogliono essere pronte a impiegare i fondi dopo il p/t a tassi più convenienti".

Il primo luglio giungono a scadenza i 442 miliardi del finanziamento Bce a un anno. Francoforte ha già annunciato che continuerà a fornire liquidità al mercato con nuove operazioni a rubinetto a 3 mesi dopo il p/t ponte di 6 giorni.

"Sarà un passaggio piuttosto delicato, restano da capire diversi dettagli su come e quanto tale cifra verrà rifinanziata" prosegue l'operatore. "Ma puo essere che le banche andranno a richiederne un po' di meno, forse ci si è resi conto che nei 442 miliardi di un anno fa c'era del superfluo".

Attorno alle 12,15 il tasso overnight, sulla piattaforma Mid, tratta allo 0,37%, ma con volumi alquanto sottili. L'Eonia è stato fissato ieri pomeriggio allo 0,354% (in rialzo dallo 0,341% precedente).

Prosegue anche oggi il trend di risalita dell'Euribor, ai massimi da quasi nove mesi. Al fixing di stamattina il tasso a 3 mesi si è attestato allo 0,732% dallo 0,729% di ieri.   Continua...