Ue deve evitare regime permanente di aiuti - Weber (Bce)

giovedì 17 giugno 2010 14:49
 

FRANCOFORTE, 17 giugno (Reuters) - L'Unione europea deve evitare di creare un meccanismo permanente e pre-finanziato di sostegno dei paesi in crisi finanziaria. Lo afferma il governatore della Bundesbank, Axel Weber, membro del consiglio governativo Bce, aggiungendo che i singoli stati non devono condurre autonomamente le politiche di regolamentazione bancaria, ma coordinarle a livello internazionale.

"Ciò che deve essere in ogni caso evitato è l'introduzione di meccanismi permanenti di supporto" si legge nel testo di un discorso che Weber pronuncerà a una conferenza in Germania.

Gli stati dovrebbero anche lavorare assieme per assicurare che i problemi di un paese non contagino gli altri.

"Come seconda linea di difesa bisogna fare in modo che le difficoltà di uno stato non abbiano ripercussioni negative sul sistema nel suo complesso" afferma Weber. "Un possibile approccio potrebbe essere quello di introdurre un regime di insolvenza per gli stati".

In merito all'ipotesi di rendere più stringenti i vincoli del patto di stabilità Weber parla di prima linea di difesa, sottolineando la necessità di un sistema di sanzioni più severo ed automatico.