Ue, cambiare criteri calcolo debito a fini Maastricht - Barroso

giovedì 17 giugno 2010 13:21
 

BRUXELLES, 17 giugno (Reuters) - Il presidente della Commissione Ue, Manuel Durao Barroso, sollecita la necessità di cambiare i criteri di calcolo del debito ai fini del rispetto del Trattato di Maastricht, mentre a Bruxelles si discutono le nuove regole sui bilanci dei Paesi europei dopo la crisi.

"Abbiamo bisogno di rendere operativo il criterio del debito nei trattati", ha detto Barroso, intervenendo durante i lavori del Consiglio Ue, secondo quanto riferito dalla portavoce della Commissione.

Attualmente la maggior parte dei paesi dell'Unione ha un rapporto debito/Pil superiore al 60%, il limite indicato nel trattato di Maastricht.

L'Italia vuole che ai fini del computo del debito sia calcolato oltre a quello pubblico, anche quello privato. Secondo il ministro degli Esteri Franco Frattini ci sono aperture in tal senso. La portavoce della Commissione ha anche detto che il prossimo 30 giugno sarà presentata una relazione sulla governance economica dell'Unione europea che sarà incentrata prevalentemente sul tema della revisione dei criteri del calcolo del debito.

(via redazione Roma, Reuters Messaging: francesca.piscioneri.reuters.com@reuters.net - +39 06 85224245 - rome.newsroom@reuters.com))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia