Finanza, governo GB svuota Fsa, sorveglianza a Bank of England

giovedì 17 giugno 2010 11:35
 

LONDRA, 17 giugno (Reuters) - Scompigliando completamente il sistema vigente della autorità di sorveglianza britanniche, il neoministro delle Finanze inglese George Osborne ha annunciato ieri sera il passaggio alla Banca d'Inghilterra (BoE) dei poteri definitivi di supervisione finanziaria.

La riforma segna la fine della Financial Services Authority (Fsa) nella sua forma attuale: al posto dell'attuale supervisore creato nel 1997 dall'allora ministro delle Finanze Gordon Brown, sarà nuovamente la BoE a dettare le regole della City.

Il piano prevede l'istituzione di un Financial Policy Committee (Fpc), che avrà il potere di contenere i movimenti del credito, mentre un'altra commissione indipendente per le banche si occuperà di valutare la necessità o meno di una separazione tra le attività retail e investment, ha spiegato Osborne.

"Quello che stiamo proponendo è un nuovo sistema di regolamentazione che recepisce la lezione della più grande crisi finanziaria del nostro tempo", ha detto Osborne alla cena annuale presso la "Mansion House" con l'élite finanziaria della City.

"Creeremo un nuovo prudente regolatore, che opererà come divisione della Banca d'inghilterra", ha aggiunto.

Nel corso della transizione, che durerà due anni all'incirca, il capo della Fsa Hector Sants, il cui mandato scade questa estate, resterà al suo posto. Sants andrà poi a capo dell'esecutivo del nuovo organismo e diventerà il terzo vice governatore della BoE, sedendo nella Fpc guidata a sua volta dal Governatore Mervyn King.

Orborne ha detto che la Fpc "avrà gli strumenti e la responsabilità di guardare le questioni macro che potrebbero mettere in pericolo la stabilità economica e finanziaria, e [avrà] gli strumenti per intraprendere azioni di risposta efficaci".

TUTTI I POTERI A KING

Smantellare il sistema di Autorità tripartito della Gran Bretagna e abolire la Fsa è stato un impegno che il partito conservatore si era preso ancora prima di vincere le elezioni del 6 maggio scorso.   Continua...