Bce, bene sforzi supplementari bilancio di Paesi con alto debito

giovedì 17 giugno 2010 10:07
 

ROMA, 17 giugno (Reuters) - La Bce ribadisce la necessità da parte dei paesi dell'area euro di correggere deficit e debiti pubblici elevati e mostra apprezzamento per quei Paesi, che a fronte di tali criticità, hanno approvato misure supplementari di risanamento dei conti.

Lo si legge nel bollettino mensile dell'istituto di Francoforte. "Tutti i Paesi devono fare in modo che sia garantita la fiducia nella sostenibilità dei conti pubblici. Il Consiglio direttivo apprezza l'adozione di misure di risanamento supplementari e la definizione di obiettivi di bilancio più ambiziosi da parte di una serie di paesi dell'area euro, quelli con i disavanzi più elevati e livelli di debito in forte ascesa", si legge nel bollettino nel quale si sollecitano i governi a specificare "in ogni aspetto le misure concrete di aggiustamento" per raggiungere gli obiettivi di bilancio.

La Bce plaude alla "priorità di arrestare e invertire l'incremento del rapporto debito/Pil e accogie con soddisfazione l'impegno di intraprendere un'azione immediata a tal fine".

La Bce guarda inoltre "con favore all'impegno di adottare, ove necessario, ulteriori misure volte ad assicurare il conseguimento degli obiettivi di bilancio per e oltre il 2010. e' di fatto di fondamentale importanza che i nuovi obiettivi di bilancio siano raggiunti".

L'Italia ha varato una manovra di correzione dei conti pubblici da circa 25 miliardi per il biennio 211-12 al fine di riportare il deficit/Pil sotto il 3%.

Sottolineato anche il ruolo delle riforme strutturali e della crescita al fine di uscire dalla crisi e l'adeguata ristrutturazione del settore bancario.