June 11, 2010 / 9:28 AM / 7 years ago

Pensioni, spesa totale 241 mld in 2008, +3,5% su 2007 - Istat

3 IN. DI LETTURA

ROMA, 11 giugno (Reuters) - Nel 2008 lo Stato ha speso in pensioni 241,109 miliardi di euro, pari al 15,38% del prodotto interno lordo.

Lo rileva l'Istat spiegando che la spesa complessiva è aumentata del 3,5% rispetto al 2007.

"Il maggiore incremento della spesa complessiva annua si registra per le pensioni di invalidità civile (+6,5%)", spiega Istat, che aggiunge: "Tale crescita è dovuta all'aumento del numero delle prestazioni più che alla variazione del loro importo medio".

Per quanto riguarda la spesa per pensioni di vecchiaia l'incremento è pari al 4,2%. Più contenuto appare l'aumento della spesa per le pensioni e assegni sociali (+4,3%), per le prestazioni indennitarie (+4,0%) e per le pensioni ai superstiti (+2,0%).

Risulta in diminuzione, invece, la spesa per pensioni di invalidità e assegni ordinari di invalidità (-3,8%) e per pensioni di guerra (-1,0%).

"In questi casi il calo di spesa è dovuto alla riduzione del numero delle prestazioni che ha più che controbilanciato la variazione positiva degli importi medi", aggiunge l'Istat.

Le pensioni di invalidità, vecchiaia e superstiti sono 18,6 milioni, con una spesa complessiva di 217,216 miliardi di euro (90,1% del totale) ed un importo medio annuo di 11.662 euro.

Il 50,5% dei trattamenti pensionistici è rappresentato da pensioni di vecchiaia o anzianità, per una spesa pari a 168,897 miliardi di euro (70% del totale) ed un importo medio annuo di 14.063 euro.

Il numero di pensionati è di quasi 16,8 milioni, dato pressoché invariato rispetto al 2007 (+0,04%), con un numero di pensioni procapite pari a 1,4.

"Sebbene la quota di donne sia pari al 53%, gli uomini percepiscono il 56% dei redditi pensionistici, a causa del maggiore importo medio dei trattamenti percepiti (17.137 euro rispetto agli 11.906 euro medi delle donne)", aggiunge Istat.

La quota di beneficiari che cumulano due o più pensioni è del 32,4% (il 24,6% ne cumula due e il 7,8% è titolare di almeno tre pensioni).

Nelle regioni settentrionali si concentra la maggior parte delle prestazioni pensionistiche, dei relativi titolari e della spesa erogata (rispettivamente 48%, 48,5% e 50,9%).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below