Rai, in manovra emendamento che riduce del 20% spesa per esterni

giovedì 10 giugno 2010 17:09
 

ROMA, 10 giugno (Reuterss) - Tagli per la Rai [RAI.UL] in manovra. Un emendamento presentato dai ministri leghisti Roberto Calderoli e Umberto Bossi, approvato dal Consiglio dei ministri di oggi, prevede dal 2011 un taglio del 20% delle spese per il personale non dipendente, mentre la spesa complessiva per i dipendenti non dovrà superare del 25% i costi operativi annuali.

Silvio Berlusconi, in conflitto d'interessi sul tema, non ha partecipato alla discussione sul tema in consiglio dei ministri.

Una nota di Chigi spiega che l'emendamento "prevede interventi di contenimento della spesa relativa al personale della Rai fino al 2013: in primo luogo l'ammontare complessivo della spesa per il personale non dipendente, a decorrere dal gennaio 2011, è ridotto almeno del venti per cento, in secondo luogo la spesa complessiva annuale per il personale non dovrà eccedere il venticinque per cento dei costi operativi complessivi annuali".

"In considerazione degli interessi coinvolti, il presidente Berlusconi ed il sottosegretario Letta si sono doverosamente allontanati dalla sala del Consiglio durante la discussione", precisa il comunicato.