Manovra, ora pensare a crescita, Europa sia unita - Passera

mercoledì 9 giugno 2010 11:24
 

ROMA, 9 giugno (Reuters) - La disciplina dei conti pubblici è una condizione imprescindibili per superare la crisi economica e, in questo senso, la manovra del governo va nella giusta direzione, ma ora è necessario pensare alla crescita con una azione coordinata a livello europeo.

Lo ha detto l'Ad di Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione), Corrado Passera, arrivando all'assemblea di Confartigianato.

"La manovra guarda soprattutto a garantire saldi di deficit pubblico. Il tavolo per le iniziative della crescita è il prossimo passo da fare", ha detto l'Ad di Intesa.

Secondo Passera, a livello europeo si deve "affrontare con più determinazione la crisi, visto che sembra che ognuno si muova per conto suo. Mi riferisco alla Germania".

Dalla recessione, quindi, "si esce solo con la crescita, una crescita sostenuta e sostenibile [anche se] la disciplina dei conti è un sine qua non". Per Passera "sentire parlare solo di austerità e non di austerità per la crescita è una cosa che dispiace".

Alla domanda se ci sarà una proroga della moratoria dei debiti delle Pmi, Passera ha risposto: "Quello che sarà necessario si farà, dalla crisi si esce tutti insieme".

"Quest'anno mi pare che le imprese e le banche se la siano cavata meglio che in altri Paesi grazie alla moratoria e al finanziamento degli insoluti", ha concluso.