Manovra, Cisl e Uil subalterne al governo - Epifani

martedì 8 giugno 2010 16:58
 

ROMA, 8 giugno (Reuters) - Cisl e Uil sono subalterne al governo mentre dovrebbero protestare contro la manovra correttiva sui conti pubblici, in linea con quanto deciso non solo dalla Cgil ma da tutti i sindacati europei.

Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, nella sua relazione di oggi al direttivo dell'organizzazione.

"Cisl e Uil mostrano una subalternità verso le scelte dell'esecutivo. Se si mobilitassero con noi, se fossimo insieme il potere contrattuale del sindacato italiano, la forza d'urto sarebbe molto maggiore", ha detto Epifani ricordando la manifestaizone proclamata per il 12 giugno contro la manovra da 25 miliardi e lo sciopero generale di fine giugno.

In Europa "tutti i sindacati, indistintamente, scendono in piazza e si mobilitano contro i provvedimenti dei rispettivi governi, oppure la criticano, ultima la Dgb tedesca. Solo due organizzazioni sindacali sono ferme in tutto il panorama europeo: Cisl e Uil. Anche la Ces ha deciso una mobilitazione europea per il 29 settembre prossimo", ha precisato il leader sindacale.