Governo è calvario quotidiano, leggi sottomesse a pm -Berlusconi

martedì 8 giugno 2010 12:36
 

ROMA, 8 giugno (Reuters) - Governare è un calvario, il presidente del Consiglio non ha nessun potere e la sovranità è passata dal Parlamento ai pubblici ministeri.

Lo ha detto stamani il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi intervenendo all'assemblea di Federalberghi.

"Da imprenditore che faceva le cose decise durante la notte vi dico che [governare] è un calvario quotidiano perché la legge, quando esce tu avevi pensato a un cavallo e viene fuori un dromedario", ha detto Berlusconi.

"Oggi la sovranità non è del Parlamento, è passata ai pm... Se una legge non piace a un pm di Magistratura democratica va alla Corte costituzionale e se la fa abrogare", ha aggiunto il premier.