Pensioni donne Pa, Ue vuole aumento a 65 anni entro 2012

lunedì 7 giugno 2010 14:23
 

BRUXELLES, 7 giugno (Reuters) - L'Italia deve innalzare l'età della pensione di vecchiaia delle donne impiegate nella pubblica amministrazione a 65 anni entro il 2012.

E' quanto ha detto la vicepresidente della commissione Ue, Viviane Reding, al ministro del Welfare Maurizio Sacconi, durante l'incontro in corso oggi in Lussemburgo, secondo quanto riferito da un portavoce della commissaria.

"Siamo pronti a offrire all'Italia un periodo di transizione breve perché il 2018 è inaccettabile, può essere massimo di tre anni il che significa che la legge deve entrare in vigore ed essere applicata nel 2012", ha detto il portavoce precisando che entro i prossimi due mesi l'Italia deve dare risposte concrete di voler andare in questo senso altrimenti la procedura di infrazione continuerà.

La scorsa settimana la Commissione ha giudicato inammissibile che l'equiparazione tra impiegati e impiegate statali sia raggiunta solo nel 2018 e il ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta ha detto che è possibile intervenire in questa materia con un emendamento al decreto sulla manovra all'esame del Parlamento.