Bce, non necessarie altri p/t a 12 mesi per ora - Nowotny

martedì 1 giugno 2010 12:28
 

VIENNA, 1 giugno (Reuters) - Non c'è la necessità di altri finanziamenti a 12 mesi al momento e quando verrà a scadere l'operazione precedente di tale durata la Bce farà in modo che non ci siano impatti negativi sul mercto.

Lo dice Nowotny, membro del consiglio direttivo della Bce.

Il mercato era in attesa di avere informazioni circa la scadenza del maxi p/t a un anno da 442 miliardi di euro il prossimo primo luglio. La Bce aveva detto, in un momento in cui si stava preparando un'exit strategy, che non avrebbe rinnovato il p/t a un anno, ma che avrebbe fatto un finanziamento-ponte di qualche gionro per traghettare i fondi sull'operazione di finanziamnto settimanale. Da allora però sono state reintrodotte alcune misure straordinarie.

Le operazioni di liquidità di 12 mesi sono stati una delle misure principali che la Bce ha preso per combattere la crisi finanziaria. Al banchiere centrale è stato chiesto se la Bce potrebbe considerare di reintrodurle e Nowotny ha risposto: "Non vedo la necessità in questo momento."

Nowotny ha anche detto ai giornalisti a margine di una conferenza della banca centrale che la Bce è nella fase di uscita dall'emergenza, ma il ritmo dipenderà dalla condizioni di mercato.

"Nella misura in cui i mercati si stanno stabilizzando, possiamo anche continuare con l'exit strategy", ha detto.

"La scadenza del consistente ammontare del p/t non avrà effetti negativi, perché abbiamo previsto ulteriori metodi di fornire liquidità se necessario", ha detto Nowotny.

La Bce iniziato un programma di acquisto di titoli di stato all'inizio di maggio, per cercare di calmare i mercati obbligazionari e di abbattere i costi per l'indebitamento per alcuni paesi della zona euro.

È stato chiesto perché la Bce ha acquistato meno obbligazioni nella seconda e nella terza settimana, rispetto alla prima e Nowotny ha risposto che i mercati stanno migliorando.   Continua...