Manovra, taglio stipendi dirigenti PA 5-10% fra 2011-13

martedì 1 giugno 2010 12:12
 

ROMA, 1 giugno (Reuters) - Dal 1 gennaio 2011 al 31 dicembre 2013 i dirigenti pubbblici sopporteranno un taglio del trattamento economico del 5% per stipendi superiori a 90.000 euro lordi annui per la parte eccedente tale importo, il taglio sale al 10% per le retribuzioni oltre i 150.000 euro.

Lo prevede la manovra sui conti pubblici 2011-12 varata dal governo ed emanata ieri dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

"A seguito della predetta riduzione il trattamento economico complessivo non può essere comunque inferiore a 90.000 euro lordi annui", si legge nel tessto.

Le indennità corrisposte ai responsabili degli uffici di diretta collaborazione dei mnistri sono ridotte del 10%.